Eurogroup Adesione Codice Etico Privacy Sala stampa Rassegna stampa
Login Recupera Password
Dove siamo Richiesta Informazioni Suggerimenti/Reclami
Garanzia per il credito Finanza agevolata Consulenza gestionale Consulenza direzionale e strategica Sistemi per la qualità Energia
Home » Canale Tematico - Azienda Fisco e Società » Approfondimenti » La procedura per la formazione del bilancio d'eser...

Azienda Fisco e Società

Archivio Approfondimenti - Canale Tematico - Lavoro e Previdenza

La procedura per la formazione del bilancio d'esercizio - Parte III

12.03.2009 Dalla redazione e approvazione del bilancio agli adempimenti successivi: lo standard XBRL.
Approfondimento Contenuti dell'approfondimento
Parte I - trattazione disponibile.

1. Premessa
2. Redazione ed approvazione del progetto di bilancio da parte dell'organo amministrativo, corredato dalla relazione sulla gestione
Parte II - approfondimento disponibile. (segue...) Redazione ed approvazione del progetto di bilancio da parte dell'organo amministrativo, corredato dalla relazione sulla gestione
Parte III - trattazione oggetto del presente approfondimento. Adempimenti successivi all'approvazione del progetto di bilancio
Parte IV - approfondimento disponibile. Deposito del bilancio presso il registro delle imprese in formato XBRL


Si analizza la procedura da seguire per la formazione del bilancio d'esercizio, dalla redazione e approvazione del progetto di bilancio agli adempimenti successivi, con un paragrafo dedicato al nuovo obbligo di presentazione dei bilanci secondo lo standard XBRL.

3. Adempimenti successivi all'approvazione del progetto di bilancio

Adempimento Soggetto tenuto all'adempimento Scadenza Check
9 Consegna progetto di bilancio e relazione sulla gestione al collegio sindacale ed al soggetto incaricato del controllo contabile (ove nominato) Organo amministrativo Almeno 30 giorni prima della data fissata per l'assemblea di approvazione v


Ai sensi dell'art. 2429, co. 1, c.c., il progetto di bilancio, corredato dalla relazione sulla gestione, deve essere comunicato dagli amministratori al collegio sindacale almeno 30 giorni prima della data fissata per l'assemblea che deve discuterlo.

La norma non prevede che il bilancio debba essere trasmesso all'organo incaricato di svolgere il controllo contabile, ove questo non coincida con il "collegio sindacale". 

La dottrina prevalente ritiene tuttavia che l'assenza di un'espressa previsione normativa sia riconducibile ad un "mero difetto di coordinamento", considerato che anche l'organo cui è affidato il controllo contabile deve predisporre una propria relazione. 

Qualora l'organo amministrativo non provveda alla comunicazione del progetto di bilancio nei termini di cui all'art. 2429, co. 1, c.c., si pone un problema in merito al verificarsi di un vizio che può compromettere il corretto svolgimento della procedura che porta all'approvazione del bilancio. 

In merito si rileva un'interpretazione giurisprudenziale secondo la quale il "ritardo", qualora non causi il mancato deposito della relazione da parte del collegio sindacale, non si traduce in vizio della deliberazione assembleare di approvazione del bilancio. 

Il termine in oggetto, infatti, ha lo scopo di concedere al collegio sindacale un periodo di tempo ritenuto dal legislatore congruo per valutare il bilancio e gli altri documenti comunicati dagli amministratori, esaminarne la corrispondenza ai libri e alle scritture contabili e predisporre, quindi, la relazione al bilancio. 

La tardiva comunicazione da parte dell'organo amministrativo può giustificare il mancato deposito della relazione del collegio sindacale e determinare così un vizio nel procedimento di formazione del bilancio, che potrebbe invalidare la delibera assembleare di approvazione dello stesso; ma se, nonostante la violazione del termine dei 30 giorni, il collegio sindacale ritiene di essere comunque in grado di riferire all'assemblea con l'apposita relazione, tale violazione non inficia il procedimento di formazione del bilancio, fatta salva la responsabilità dei sindaci qualora questo comportamento fosse contrario ai loro doveri e cagionasse danno alla società.


Adempimento Soggetto tenuto all'adempimento Scadenza Check
10 Deposito presso la sede sociale della seguente documentazione: progetto di bilancio (con le copie integrali del'ultimo bilancio delle società controllate ed un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dell'ultimo bilancio delle società collegate); relazione sulla gestione; relazione dei sindaci e del soggetto incaricato del controllo contabile (ove nominato) Organo amministrativo e organo di controllo Almeno 15 giorni prima dell'assemblea v


Ai sensi dell'art. 2429, co. 3, c.c., il progetto di bilancio deve restare depositato in copia nella sede della società, durante i quindici giorni che precedono l'assemblea (e finché sia approvato), unitamente a:

  • la relazione degli amministratori sulla gestione, di cui all'art. 2428, c.c.;
  • la relazione dell'organo di controllo, di cui alla prima parte del comma 2, art. 2429, c.c.;
  • la relazione del revisore incaricato del controllo contabile, salvo che tale funzione di controllo sia svolta dal collegio sindacale della società;
  • le copie integrali dell'ultimo bilancio delle società controllate (se però la società è tenuta a redigere il bilancio in forma consolidata, per quelle controllate che risultano incluse nel consolidamento è possibile "sostituire" l'obbligo di deposito dell'ultimo bilancio con l'obbligo di deposito di un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dell'ultimo bilancio);
  • un prospetto riepilogativo dei dati essenziali dell'ultimo bilancio delle società collegate.

I soci hanno diritto di predente visione della predetta documentazione ed il deposito del bilancio deve essere effettuato presso la sede legale della società così come risultante dall'atto costitutivo.

Il mancato o tardivo deposito del progetto di bilancio presso la sede sociale determina un vizio di invalidità della delibera di approvazione, vizio da inquadrare, secondo lo schema generale di cui agli artt. 2377 e 2378, c.c., nella figura della annullabilità.

Circa il mancato rispetto del termine di quindici giorni precedenti all'assemblea per il deposito nella sede sociale del bilancio, con le relazioni degli amministratori e dei sindaci, ai sensi dell'art. 2429, co. 3, c.c., secondo l'opinione prevalente, l'osservanza di detto termine deve essere verificata con riferimento alla data in cui l'assemblea si è effettivamente riunita per l'approvazione del bilancio.


Continua...


Elena Da Pont (in collaborazione con Paolo Spriano)
Estratto da Libro MAP 42 - "Bilancio 2008"

Versione stampabile

Le soluzioni consulenziali EUROGROUP

  • BUSINESS PLAN Una consulenza ad hoc per pianificare il business plan, gestire e valorizzare l'attività d'impresa.